Pubblica Amministrazione

Professionisti e aziende


Programma

AreaAppalti e contratti pubblici
IniziativaCorso
TITOLOCorso di specializzazione in materia di lavori pubblici
e servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria

Nuovo Codice dei contratti, Decreto correttivo e provvedimenti attuativi
Crediti formativiE’ stato richiesto l’accreditamento per le seguenti figure professionali: ingegneri e architetti.
Le domande sono in fase di valutazione presso i competenti Ordini della Provincia di Milano.
Sede, dataMilano, 24 ottobre, 14 e 28 novembre 2017 (tre giornate d’aula)
PremessaIl corso esamina l’intero ciclo di realizzazione degli appalti pubblici di lavori alla luce delle numerose e importanti novità introdotte dal nuovo Codice dei contratti (D.Lgs. n. 50/2016) che - nel recepire le nuove Direttive comunitarie - ha posto mano ad un complessivo riordino della materia.
Nell’illustrazione delle tematiche a programma si terrà conto anche dei provvedimenti attuativi (già approvati o in itinere), ovvero le Linee guida dell’ANAC ed i Decreti del MIT.
Saranno oggetto di analisi:
- tutte le fasi di realizzazione, con i nuovi contenuti progettuali e le relative norme transitorie;
- le nuove responsabilità del RUP, alla luce delle Linee guida ANAC n. 3/2016, chiamato a sovrintendere su tutti gli altri soggetti coinvolti nel ciclo del lavoro pubblico;
- gli specifici compiti affidati all’Ufficio di direzione dei lavori, all’organo di collaudo, al coordinatore per la sicurezza, al progettista, al verificatore, al direttore tecnico dell’impresa e all’impresa stessa.
L’obiettivo finale è quello di approfondire - con taglio operativo - i temi critici che caratterizzano il ruolo dei professionisti tecnici nell’intero ciclo dell’appalto nelle sue varie forme e contenuti.
Destinatari• Dirigenti e funzionari di stazioni appaltanti preposti alla gestione dei lavori pubblici.
• Imprese di costruzione.
• Liberi professionisti interessati alla materia.
Programma1^ giornata - martedì 24 ottobre 2017

La disciplina in materia di appalti pubblici di lavori
• La disciplina "generale" dopo il Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. n. 50/2016) e il Decreto correttivo (D.Lgs. n. 56/2017).
• Le norme transitorie e la parziale ultrattività del DPR n. 207/2010 nei lavori pubblici e nei servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria.
• Le Linee guida dell’ANAC e gli altri provvedimenti attuativi del Codice.
• Il triplice regime normativo per i contratti in corso di esecuzione.

Il Responsabile del procedimento nei "lavori"
• Ruolo, funzioni e compiti.
• Il rapporto con gli altri soggetti del ciclo dell’appalto: il Direttore dei lavori; il Coordinatore per l’esecuzione dei lavori; le imprese esecutrici ed i lavoratori autonomi.

Il Direttore dei lavori
• Ruolo, funzioni e compiti.
• Il Direttore dei lavori ed il ruolo nella sicurezza nei cantieri (con e senza coordinatore per l’esecuzione dei lavori).
• La giurisprudenza in materia di responsabilità civile, penale ed amministrativa del Direttore dei lavori.

Il Coordinatore per l’esecuzione dei lavori
• Ruolo, funzioni e compiti.
• Il ruolo nella sicurezza.
• I rapporti con il Direttore dei lavori e con il RUP.


2^ giornata - martedì 14 novembre 2017

La progettazione dei lavori pubblici
• La programmazione dell'attività contrattuale.
• La nuova articolazione del progetto.
• La progettazione e le gare sotto e sopra soglia per l’affidamento della progettazione esterna: il divieto del criterio del prezzo più basso per importi pari o superiori ai 40.000 euro.
• La nuova esternalizzazione dei servizi inerenti l’architettura e l’ingegneria.
• I soggetti esterni ai quali possono essere affidati i servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria: liberi professionisti singoli o associati, società di professionisti, società di ingegneria, consorzi stabili di società di professionisti e società di ingegneria.
• I requisiti di partecipazione.
• I raggruppamenti temporanei di prestatori di servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria.
• L’avvalimento nelle gare per l’affidamento di servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria.
• Le incompatibilità per i soggetti esterni.
• Le tipologie contrattuali per l’affidamento esterno dei servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria.
• L’appalto di servizi di progettazione, direzione, coordinamento della sicurezza e collaudo dei lavori: contenuto dell’incarico, limiti al subappalto, requisiti di partecipazione.
• Le procedure di affidamento per i servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria sotto la soglia dei 100.000 euro.
• La disciplina sui concorsi di progettazione ed i concorsi di idee: Le soglie e le procedure; i soggetti ammessi e i requisiti di partecipazione.
• Il contenuto del bando nel concorso di idee e nel concorso di progettazione.
• I criteri selettivi dell’offerta e la commissione di gara.
• Le garanzie nei servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria.
• La nuova verifica interna ed esterna della progettazione dopo la soppressione delle rnorme di attuazione del DPR n. 207/2010: requisiti, modalità, affidamento del servizio.
• Garanzie e verifica della progettazione di lavori.
• L’appalto per l’affidamento dei servizi di verifica dei progetti.


3^ giornata - martedì 28 novembre 2017

I sistemi di realizzazione degli appalti pubblici di lavori
• L'appalto come sistema di realizzazione di lavori pubblici.
• Le concessioni e le forme di partenariato pubblico-privato.
• L’appalto integrato e i contratti misti.

I requisiti di idoneità per l'esecuzione dei contratti pubblici di lavori
• I requisiti di ordine generale.
• La qualificazione: categorie e classifiche, scorporabilità, avvalimento, regime transitorio.
• I requisiti minimi di qualificazione dei raggruppamenti temporanei e dei consorzi ordinari orizzontali: Le novità nella fase di esecuzione dei lavori ed effetti sulla corretta gestione della direzione dei lavori.
• I requisiti dei consorzi (cooperativi, artigiani, stabili).

I soggetti abilitati ad assumere appalti pubblici di lavori

Le imprese esecutrici ed i lavoratori autonomi
• La responsabilità dell’appaltatore: profili pubblicistici e civilistici.
• La responsabilità del subappaltatore.
• Il responsabile di cantiere delle imprese.
• I lavoratori autonomi.

Le procedure di scelta del contraente
• La procedura aperta.
• La procedura ristretta.
• La procedura competitiva con negoziazione.
• Il partenariato per l’innovazione.
• La procedura negoziata senza bando.
• Le procedure sotto-soglia.

I criteri di aggiudicazione
• Di regola l’offerta economicamente più vantaggiosa.
• I casi ammessi per il criterio del minor prezzo.

La predisposizione dei bandi di gara e delle lettere d’invito
• La redazione degli atti di gara.

La fase di esecuzione: sintesi delle principali novità

I termini dei lavori e le penali. Il regime della consegna, sospensione e ripresa dei lavori
• La consegna dei lavori ed esame delle relative problematiche (consegna parziale, riserve sulla consegna, riserve in materia di sicurezza, ecc.).
• La sospensione legittima.
• La sospensione illegittima e le riserve.
• La ripresa dei lavori e le riserve.
• Il termine finale ed intermedio dei lavori.
• Il cronoprogramma.
• Le penali per ritardo.
• Le ipotesi di disapplicazione delle penali.
• Il premio di accelerazione.
• I rimedi nel caso di ritardo nei lavori: le diverse ipotesi di risoluzione.
• Il recesso.
• Le contestazioni tra committente e appaltatore.

La nuova disciplina delle varianti in corso d’opera prima e dopo il correttivo al Codice:
la modifica dei contratti durante il periodo di validità

• Le regole generali in materia di ammissibilità delle modifiche contrattuali: dalle Direttive comunitarie al nuovo Codice.
• Analisi delle singole ipotesi ammesse.
• Le varianti in corso d’opera e l’errore progettuale.
• Gli interventi non considerati varianti.
• Gli adempimenti nel caso di errori od omissioni del progetto esecutivo.
• L’iter di approvazione delle modifiche ai contratti in corso d’opera.

Il collaudo
• Il collaudo: dal DPR n. 207/2010 al nuovo D.M. collaudo.
• La natura del collaudo: esame della giurisprudenza e dottrina in materia.
• Il certificato di regolare esecuzione: Casi in cui è facoltativo o necessario.
• Il collaudo finale.
• Gli adempimenti della stazione appaltante.
• Gli adempimenti dell’appaltatore.
• Il collaudo in corso d’opera.
• I casi in cui è obbligatoria la nomina del collaudatore in corso d’opera.
• Il collaudo facoltativo ed obbligatorio in corso d’opera.
• I rapporti con il collaudo finale.
• Le modalità di nomina dei collaudatori.
• I requisiti.
• Le modalità di scelta e la commissione di collaudo.

DocenteAccursio Pippo Oliveri
Ingegnere. Autore di pubblicazioni in materia di appalti pubblici e sicurezza.
Orari di svolgimentoore 9.00-13.00 e 14.00-16.30
Quota di partecipazioneEuro 900,00
Euro 800,00 (per iscrizioni entro 09/10/2017) + IVA se dovuta
Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
La quota comprende:accesso alla sala, materiale didattico, accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet Maggioli appaltiecontratti.it, colazione di lavoro
Sconti e promozioniPer le Amministrazioni comunali con popolazione inferiore a 8000 abitanti: € 500 (esente iva)
Agevolazione non cumulabile con lo sconto 10% per abbonati 2017 a "appaltiecontratti.it"


Offerta esclusiva 3x2 - Promozione sempre valida
Per partecipanti provenienti da uno stesso Ente/Azienda è prevista la possibilità di una iscrizione gratuita ogni due iscrizioni paganti.


Sconto del 10% per gli abbonati 2017 alla rivista internet “appaltiecontratti.it”.
Promozione applicabile esclusivamente sulla quota di € 900.
Promozione non cumulabile con la quota per Comuni con popolazione inferiore a 8000 abitanti.
Sede di svolgimentoNH Hotel Touring, Via U.Tarchetti, 2 - tel. 02.63351
Sito Internet | Hotels convenzionati
 I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi.
Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG.
Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.
La formazione in materia di appalti e contratti pubblici, se prevista dal Piano triennale per la prevenzione della corruzione del singolo Ente, non è soggetta al tetto di spesa definito dall’art. 6, comma 13, del D.L. n. 78/2010. Si tratta infatti di formazione obbligatoria prevista dalla Legge n. 190/2012 (cfr. Corte dei conti: sez. reg.le di controllo Emilia Romagna n. 276/2013; sez. reg.le di controllo Liguria n. 75/2013; sez. reg.le di controllo Lombardia n. 116/2011)
Iscriviti on-line a: Corso di specializzazione in materia di lavori pubblici 
e servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria   Stampa il PDF e pre-iscriviti via fax