Pubblica Amministrazione

Professionisti e aziende


Programma

AreaPolizia locale e attività economiche
IniziativaCorso
TITOLOLa gestione delle entrate vincolate del Codice della strada
(artt. 7, 142 e 208) alla luce della contabilità armonizzata

Le nuove Delibere con valenza triennale dell’art. 208, co. 5
Le novità della Legge di stabilità 2016
La recente giurisprudenza della Corte dei conti
Sede, dataArona (NO), 14 aprile 2016
PremessaIl corso esamina la gestione delle entrate vincolate del Codice della strada alla luce della contabilità armonizzata, della Legge di stabilità 2016 e della Deliberazione della Corte dei conti in tema di gestione di cassa delle entrate vincolate e destinate (Delibera n. 31/SEZAUT/2015). In particolare, verranno analizzati i seguenti aspetti:
- gli elementi utili per le verifiche delle entrate vincolate;
- i vincoli sulla destinazione dei proventi del Codice della strada e dei parcheggi, alla luce degli indirizzi assunti dalle varie sezioni della Corte dei conti a partire dal 2010;
- la redazione degli atti di Giunta connessi alle fasi “preventiva” e “consuntiva” in materia di vincoli, ex artt. 208 e 142 del Codice della strada.

La seconda parte dell’intervento formativo si focalizzerà sulla programmazione del bilancio armonizzato per il triennio 2016 - 2018 con riferimento ai principali adempimenti previsti per il DUP e alla nota integrativa.
Durante lo svolgimento dei lavori è prevista l’analisi di casi specifici relativi alla gestione di entrate vincolate, all’utilizzo del Fondo pluriennale vincolato, all’avanzo vincolato e al Fondo crediti di dubbia esigibilità.
Inoltre, si redigerà in aula un modello tipo di Delibera di Giunta comunale prevista dall’art. 208, co. 5, e relativo allegato coerente con il bilancio armonizzato, a valenza triennale obbligatoria dall’anno 2016 per tutti gli Enti e avente finalità autorizzatoria.
Destinatari• Comandanti di Polizia Municipale, e loro collaboratori.
• Responsabili del Servizio finanziario, e loro collaboratori.
• Revisori dei conti.
ProgrammaGli adempimenti contabili connessi alla gestione delle entrate vincolate
• Il bilancio di previsione e i nuovi adempimenti contabili obbligatori in vigore dal 1° gennaio 2016 in relazione ai vincoli di destinazione per le entrate da Codice della strada.
• Le “Linee di indirizzo in tema di gestione di cassa delle entrate vincolate e destinate, alla luce della disciplina dettata dal Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali e del Decreto Legislativo n. 118/2011". (Delibera Corte dei conti n. 31/SEZAUT/2015).
• La disciplina diversificata per soggetto e per strade coinvolte.
• Le modalità da adottare per determinare le previsioni, per la gestione della fase dell’entrata e per predisporre la delibera di destinazione dei proventi dell’artt. 208, 142 e 7 del C.d.S.
• Le problematiche connesse alla riscossione coattiva.
• Le modalità di trasmissione dei dati e delle risorse agli Enti proprietari delle strade.
• La deliberazione di riparto previsionale dei proventi da C.d.S. per il bilancio di previsione triennale armonizzato.
• Le sanzioni a carico dei Comandanti o dei responsabili dei servizi di P.M.

La Corte dei conti e gli indirizzi applicativi sui vincoli dell’art. 208 del C.d.S.
• Gli indirizzi della Corte dei conti: quadro di riferimento.
• Gli indirizzi specifici in materia di spese finanziabili e non.
• Le modalità di accertamento delle entrate da violazioni del C.d.S.
• Obblighi a carico degli Enti.

Le modalità di utilizzo delle entrate vincolate
• L’utilizzo delle entrate del C.d.S. per le politiche del personale connesse al salario accessorio (art. 208, co. 4 lett. b), e co. 5 bis in relazione all’art. 15, co. 5, del CCNL EE.LL.).
I casi specifici:
- illegittima previsione delle maggiorazioni sulle cartelle di riscossione coattiva;
- pagamento delle banche dati nonostante le esenzioni legislative;
- sentenze della Corte dei conti in materia di mancata emissione del 126 bis;
- limiti in materia di manutenzione dei veicoli della P.M. (cause di esclusione determinate dalla Corte dei conti);
- mancato pagamento delle spese di procedimento e loro iscrizione a ruolo;
- divieto di fare pagare aggi della riscossione ai contravventori con le ingiunzioni fiscali;
- divieto di fare pagare i CAN e i CAD ai soggetti che non ne sono stati destinatari.

La gestione finanziaria in relazione alla competenza potenziata e al bilancio armonizzato
La gestione finanziaria delle entrate vincolate del C.d.S.:
- le entrate vincolate nelle fasi dell’entrata;
- le spese vincolate nelle fasi della spesa;
- la disciplina dell’accertamento delle entrate vincolate;
- la disciplina dell’impegno delle spese vincolate;
- i residui delle entrate vincolate del C.d.S.;
- le quote vincolate nel risultato di amministrazione;
- l’utilizzo del Fondo crediti di dubbia esigibilità (FCDE);
- il FCDE e la gestione degli incassi delle violazioni amministrative al C.d.S., con particolare riferimento alla deliberazione della Corte dei conti, Sezione Autonomie, n. 32/2015.
La fase della programmazione:
- la delibera obbligatoria di cui all’art. 208, co. 5, del C.d.S.;
- la redazione del PEG della Polizia Municipale in macroaggregati;
- il DUP della P.M.;
- il Fondo pluriennale vincolato in relazione alle spese vincolate.
La fase della rendicontazione:
- la deliberazione obbligatoria a consuntivo ex art. 393 del Regolamento di esecuzione del C.d.S.;
- le comunicazioni obbligatorie del regolamento del C.d.S. e dell’art 142 C.d.S.
Il servizio di tesoreria:
- la riscossione delle violazioni amministrative e i rapporti con il tesoriere;
- i sistemi di incasso alternativi delle sanzioni (le ingiunzioni fiscali).

La revisione economico – finanziaria
• Le verifiche dell’organo di revisione in relazione alle modalità di accertamento delle entrate.
• Le verifiche dell’organo di revisione in relazione alle modalità di impiego delle risorse vincolate.
• I controlli dell’organo di revisione sugli accantonamenti al FCDE in relazione alle entrate sia dell'art. 208 che dell’art. 7 del C.d.S.
• Le verifiche sulla P.M. nei controlli trimestrali di cassa.
• I controlli obbligatori sugli agenti contabili ai sensi del C.d.S.
• Le verifiche fiscali sul servizio a domanda individuale: collegamenti con la centrale operativa.
DocenteClaudio Malavasi
Dirigente di Ente Pubblico. Già Comandante di Polizia Municipale. Autore di pubblicazioni in materia
Orari di svolgimento09.00 – 13.00 e 14.30 – 16.30
Quota di partecipazioneEuro 200,00 + IVA se dovuta
Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
La quota comprende:accesso alla sala, materiale didattico, accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet Maggioli vigilaresullastrada.it, colazione di lavoro
Sconti e promozioni€ 150 (+ IVA se dovuta) a partire dal secondo iscritto


Per le Amministrazioni comunali con popolazione inferiore a 8000 abitanti: € 150 (esente iva)

Sede di svolgimentoHotel Concorde - Via Verbano 1 - Tel. 0322/249321
Sito Internet | Hotels convenzionati
 I corsi / seminari / convegni a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi.
Pertanto per il loro acquisto non è necessario richiedere il CIG.
Si veda paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n. 4 del 7 luglio 2011.

Si consiglia di verificare se è già stata fissata un'altra data per la stessa iniziativa o di farne richiesta alla segreteria.